Formazione in lettura pubblica

"È fondamentale fare tutti gli sforzi necessari per formare alcuni fedeli ad essere veri annunciatori della Parola con una preparazione adeguata, come è ormai consuetudine per gli accoliti o ministri straordinari della comunione. Allo stesso modo, i sacerdoti della parrocchia lo faranno riuscire a trovare la forma più adatta per la consegna della Bibbia, o di uno dei suoi libri, a tutta l'assemblea, al fine di sottolineare l'importanza di continuare a leggerla nella sua vita. quotidianamente, approfondirla e pregare con Sacra Scrittura, con particolare riferimento alla Lectio Divina ".

Papa Francesco

Come ... leggere la parola di Dio

1. Sentiti responsabile

Oltre a questo, devi saperne di più.

Alzarsi dalla sedia, attraversare la chiesa e osare di leggere la Parola all'ambone è come salire sul palco: non è un gesto banale o normale. Usciamo dal gruppo per dargli qualcosa, del buon pane da mangiare. È sia un rischio che una responsabilità. Un atto forte! Da qui l'importanza di saper leggere bene, abitare e incarnare il Verbo, senza il quale non può essere ascoltato.

Oltre a questo, devi saperne di più.

2. Master reading

Oltre a questo, devi saperne di più.

Quanti di noi stanno mettendo i punti al posto delle virgole! Ma la punteggiatura è il significato del testo. Quando la virgola lascia con il fiato sospeso e fa attendere il seguito, i due punti aprono il paesaggio e il punto finale scatta come un impatto. Per una frase di tre righe o di tre parole ricordati di riprendere fiato perché respirare è attaccare e quindi ripristinare lo slancio. L'enfasi su alcune parole le fa risaltare e crea così la musica della frase.

Oltre a questo, devi saperne di più.

3. Sii presente con ogni parola

Oltre a questo, devi saperne di più.

Quando parliamo con passione, tranne che per essere bugiardi, il nostro discorso è vivo perché siamo presenti a ciò che diciamo. La lettura richiede lo stesso impegno, la stessa presenza e esigenza. Rimuovere le elisioni - dire "ti amo" piuttosto che "ti amo" - e le connessioni è un modo semplice di abitare ogni parola in modo che risuoni e raggiunga l'ascoltatore.

4. Non tenere niente per te

Oltre a questo, devi saperne di più.

Chi parla per lui, noi non lo ascoltiamo. Ma chi dà di tutto cuore, lo ascoltiamo, anche se dà poco, perché non tiene niente per sé. Quando leggi alla messa, anche con un microfono, pensa alla persona seduta nell'ultima fila della chiesa. Proiettale la tua parola, quindi l'energia fluirà dalla tua lettura.

Oltre a questo, devi saperne di più.

5. Fai spazio alla Parola

Oltre a questo, devi saperne di più.

La Parola è il soffio divino che vuole venire a noi per spingerci, per creare una tempesta nel nostro cuore o un leggero vento rinfrescante. Soffia ancora, devi ancora lasciare che la Parola parli attraverso di te. Quindi dai tutto lo spazio, cancella te stesso, evacua il tuo orgoglio, le tue certezze. Non cercare di esagerare con il testo o anche solo di giocare, ma punta all'autenticità dell'io.

Claude brozzoni

Intervista ad Alexia Vidot

Pubblicato il 09/07/2019 in La Vie