St_Benoît_ss_f.png

San Benedetto

Terracotta di fr. Antoine

Abbazia di Tamié

• Lectio divina da solo

Segui il link dei consigli di Enzo Bianchi

Oltre a questo, devi saperne di più.

• Lectio divina in gruppo

Oltre a questo, devi saperne di più.

Alcuni consigli pratici:

Oltre a questo, devi saperne di più.

  • Il gruppo non deve superare le 12 persone per consentire l'effettiva partecipazione di tutti.

Oltre a questo, devi saperne di più.

  • Il luogo della preghiera deve essere preparato per incoraggiare il raccoglimento

       (Libro biblico, candele, fiori, ecc ...)

Oltre a questo, devi saperne di più.

  • Limita a 1 ora il tempo dedicato alla Lectio divina.

Oltre a questo, devi saperne di più.

  • Un membro del gruppo deve garantire il "tempismo" e invitare,

da un piccolo segnale, per passare alla prossima "volta". (vedi griglia sotto)

  • 1 ° passo: Invocazione allo Spirito Santo 5 min

  • 2a fase: Lectio 15 min

  • 3a fase: Meditatio 20 min

  • 4 ° passo: Oratio 20 min

Oltre a questo, devi saperne di più.

  • Distribuisci a tutti:

Oltre a questo, devi saperne di più.

  1. Il testo del Vangelo o un altro testo biblico, avendo cura di dare a tutti la stessa traduzione - preferibilmente la traduzione liturgica AELF - e 1 matita

  2. O il metodo in quattro fasi della Lectio sopra; il secondo è più adatto ai giovani, ai bambini.

Oltre a questo, devi saperne di più.

Oltre a questo, devi saperne di più.

È importante specificare che non è necessario essere specialisti della Sacra Scrittura per lasciarci toccare dalla Parola di Dio; basta avere il cuore aperto al Meeting. Cristo è lì che bussa alla porta ...

"Nonostante l'onnipresenza delle immagini nella nostra civiltà, è comune per i cristiani avere un approccio molto cerebrale ai testi evangelici, che gli toglie gran parte del suo potere suggestivo. È quindi importante arrivare, grazie all'immaginazione, a restituire al testo tutta la sua forza. Ogni brano del Vangelo è una storia da ricordare, da rivivere insieme a Cristo. È l'immaginazione che rende possibile fare del testo un cammino vivo per incontrare Cristo ".

Marc Rastoin sj in "Entrare nel Vangelo con sant'Ignazio"

Logo dim.png

Evangiles des dimanches de l'Avent

Textes à imprimer en recto verso

Scarica il primo metodo di seguito

Oltre a questo, devi saperne di più.

Lectio divina sul Vangelo della domenica

Oltre a questo, devi saperne di più.

La “lectio divina” consiste nel leggere la Parola di Dio all'interno di un momento di preghiera per lasciarci illuminare e rinnovare.

Questa lettura orante della Bibbia non è separata dallo studio per identificare il messaggio centrale del testo; al contrario, dobbiamo partire da lì, cercare di scoprire cosa dice questo messaggio stesso alla nostra vita. La lettura spirituale di un testo deve partire dal suo significato letterale. Altrimenti, faremo in modo che il testo dica facilmente ciò che è giusto, ciò che serve a confermare le sue decisioni, ciò che si adatta ai suoi schemi mentali. Alla fine sarebbe usare qualcosa di sacro a proprio vantaggio.

Oltre a questo, devi saperne di più.

1. Ci mettiamo alla presenza di Dio, ci accogliamo a vicenda. Ci prepariamo internamente a incontrare il Signore nella sua Parola.

È lo Spirito Santo che ha ispirato la scrittura del testo biblico.

È lui che ci dà l'intelligenza del cuore per entrarvi.

Invochiamolo con fede.

Oltre a questo, devi saperne di più.

2. Qualcuno sta leggendo il Vangelo ad alta voce.

Ognuno rilegge il testo in silenzio: individuo le parole,

i personaggi, i movimenti, il luogo.

Mi immagino la scena e noto cosa cattura la mia attenzione.

Al segnale dato, tutti sono invitati a condividere semplicemente, in modo che gli altri possano sentire, la parola (e) che lo hanno toccato senza commentare ...

Oltre a questo, devi saperne di più.

3. Un'altra persona legge il Vangelo ad alta voce.

Tutti rileggono il testo in silenzio.

Guardo Gesù. Mi parla attraverso quella Parola. Cosa mi dice il testo di lui? Quale fede è espressa lì? In che modo questa testimonianza di fede risuona con me? Cosa mi unisce oggi? Come sono illuminato?

Colpito? Interessato?

Oltre a questo, devi saperne di più.

Al segnale dato, ciascuno, parlando in “io”, riassume in 2 o 3 frasi come questo testo interroga e mette in luce la sua fede, in ciò che è stato toccato.

Per avvicinarsi adeguatamente a questo secondo passaggio, si tratta di rimanere in atteggiamento di ascolto e disponibilità.

Oltre a questo, devi saperne di più.

Convinti che questa Parola di Dio sia indirizzata a noi per oggi, non affrettatevi a cercare immediate applicazioni concrete. Non fissiamoci su noi stessi ma su Dio. Guardiamo a Cristo concentrandoci prima sulla contemplazione della grandezza e della bellezza del Mistero rivelato. E la nostra fede ci dice che attraverso la sua Parola il Signore, lentamente ma inesorabilmente, ci plasma e ci guida sulla via dell'amore più grande.

Questo passaggio è più personale. La condivisione si esprime come un “io” pur rispettando ovviamente il suo “giardino segreto”.

Oltre a questo, devi saperne di più.

4. In silenzio, ognuno rilegge il testo e lascia che la sua risposta arrivi:

Lascio che il mio cuore parli liberamente a Dio, in lode,

la richiesta di perdono, supplica, intercessione ...

Coloro che desiderano riprendere una o due espressioni della loro preghiera davanti agli altri, possibilmente sulla base delle parole del testo, invitandoli a raccogliere ciò che è stato condiviso e ciò che vive ancora nei cuori,

Concludiamo pregando NOSTRO PADRE

che ci collega a tutti gli uomini.

Oltre a questo, devi saperne di più.

Scarica il 2 ° metodo di seguito (più adatto ai giovani)

Oltre a questo, devi saperne di più.

PREGATE LA PAROLA

1 ° passo:

Preparatevi interiormente a incontrare il Signore nella sua Parola, con una semplicissima parola di fede rivolta al Signore, un movimento del cuore:
"Signore, credo che tu mi ami e desideri parlarmi oggi",
"Gesù, confido nella tua presenza al mio fianco",

"Spirito Santo, sii la mia luce, guida la mia preghiera"

2a fase:

Leggi lentamente il testo proposto per la prima volta
Identifica ciò su cui è focalizzata la mia attenzione con semplicità e sottolineatura nel testo.
È una parola di Gesù o di un altro personaggio? È un atteggiamento di Gesù o di un altro personaggio? È una parola, un'espressione?
È uno sguardo, uno spostamento?

3a fase:

Rileggi il testo una seconda volta
Individua l'elemento del testo su cui si sta approfondendo la mia attenzione e focalizza la mia attenzione su ciò che questo sguardo / parola / parola / espressione produce in me.
Come sono influenzato? mosso? illuminato? confortato? arrestato? consolato?
Scrivo sul foglio in poche parole quello che ho visto a contatto con la Parola.

4 ° passo:

Parlo internamente al Signore di ciò che è toccato in me dalla sua Parola e concludo questo tempo di preghiera con un ringraziamento o una richiesta o perdono.

Oltre a questo, devi saperne di più.

NB Per altri consigli, vedere il sito web del Vicariato  

 
 
 
LOGO DimParole.png
En-tête

Le logo officiel du dimanche 

de la Parole de Dieu

5
 

Une icône de la rencontre avec Jésus sur la route d’Emmaüs a été choisie comme logo officiel pour la célébration mondiale du dimanche de la Parole de Dieu.

 

Le logo coloré est basé sur une icône écrite par la défunte bénédictine Soeur Marie-Paul Farran, membre de la Congrégation Notre-Dame du Calvaire, qui a vécu et travaillé dans son monastère sur le Mont des Oliviers à Jérusalem.

 

Le logo a été présenté à la presse lors d’une conférence de presse au Vatican le 17 janvier, avant le nouveau dimanche de la Parole de Dieu, qui sera célébré le 26 janvier 2020.

 

Le pape François a demandé que le troisième dimanche du temps ordinaire chaque année soit observé comme un jour spécial consacré à la célébration, à l’étude et à la diffusion de la parole de Dieu.

 

Le logo montre le Christ ressuscité tenant dans sa main gauche un parchemin, qui est « l’Écriture sacrée qui a trouvé son accomplissement en sa personne », a déclaré à la presse Mgr Rino Fisichella, président du Conseil pontifical pour la promotion de la nouvelle évangélisation.

 

A ses côtés se trouvent deux disciples : Clopas et sa femme, Marie. Ils fixent tous les deux leur regard sur le Christ tandis que Clopas tient un bâton pour indiquer « un pèlerinage », a dit l’archevêque.

 

Marie tient une main vers le haut et de son autre main semble toucher le Seigneur, réaffirmant qu’il a accompli les anciennes promesses et est la Parole vivante qui doit être proclamée au monde, a-t-il dit.

 

Tenant le bâton dans une main, la main libre de Clopas montre la voie à suivre, que tous les disciples sont appelés à prendre afin d’apporter la Bonne Nouvelle à tous, a déclaré Mgr Fisichella.

 

Il y a une étoile symbolisant l’évangélisation et la «lumière permanente» qui guide leur voyage et leur montre le chemin, a-t-il ajouté.

 

Il est également important de remarquer que les pieds des trois sont représentés comme étant en mouvement, ce qui représente que l’annonce du Christ ressuscité ne peut pas être accomplie par des « disciples fatigués ou paresseux », mais seulement par ceux qui sont « dynamiques » et prêts à trouver de nouvelles façons de parler afin que l’Écriture sainte devienne le guide vivant de la vie de l’Église et de son peuple.

AdobeStock_84438023_Page_2.png